I tarocchi, scienza o no?

Le arti divinatorie non trovano un riscontro positivo da parte della scienza ed è per questo motivo che in molti sono scettici in questo campo, perché non hanno gli strumenti per comprendere la magnificenza di certe arti.

Effettivamente, la scienza è creata dal lobo sinistro del cervello (la mente razionale), mentre che le arti divinatorie possono essere comprese solo dal lobo destro (la mente emotiva), quello che si connette al nostro inconscio.

In fatto di arti divinatorie possiamo citare i tarocchi, chi non ne ha mai sentito parlare? I tarocchi sono costituiti da un insieme di carte con simboli e figure diverse, ce ne sono di molti tipi, tuttavia i più famosi sono i tarocchi di Marsiglia. Ogni carta ha un significato, che cambia in base a diversi fattori. Il consultante sceglie le carte e il cartomante ne legge il significato, come parole di una frase che rispondono ad una domanda.

E’ l’inconscio del consultante a scegliere le carte e il loro ordine e difatti il famoso psichiatra, psicanalista e antropologo svizzero Carl Jung diceva che i tarocchi si connettono all’inconscio collettivo, tema abbastanza noto nell’ambito della psicologia. Ecco cosa diceva testualmente Carl Jung a proposito delle carte dei Tarocchi: “Esse sono immagini psicologiche, simboli con cui si gioca, come l’inconscio sembra giocare con i suoi contenuti. Esse si combinano in certi modi e le differenti combinazioni corrispondono al gioioso sviluppo degli eventi nella storia dell’umanità”. Effettivamente pare che Carl Jung fosse un vero patito di tarocchi!

Quindi possiamo concludere dicendo che non è affatto vero che la scienza moderna non ammette la validità dei tarocchi come arte divinatoria, essendo la psicologia e psichiatria praticata da Jung una scienza. Diciamo che non può essere capita da ogni scienza, ma del resto sarebbe impossibile, ogni scienza ha i propri strumenti, così come non si può misurare l’intera circonferenza della terra con un piccolo metro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *