Running: allenamento e dieta

Sono sempre di più gli italiani che scelgono il running per mantenersi in forma e in salute. Donne e uomini praticano la corsa nei momenti più svariati: chi di prima mattina, chi durante la pausa pranzo, chi dopo il lavoro e chi la sera. L’importante è correre, ma ancora più importante è farlo nel modo giusto integrando perfettamente l’allenamento e la dieta. Ci aiuta con qualche consiglio ad hoc l’atleta Giovanni Marion.

Come si fa un buon allenamento di running

Programmare un allenamento di running deve essere fatto in sintonia con la propria preparazione fisica. Ogni settimana il livello va aumentato gradualmente in modo da avvicinarsi sempre di più ai propri obbiettivi. L’importanza nella corsa è la costanza, ciò vale anche per quanto riguarda l’allenamento che deve essere effettuato con cadenze stabilite. Si deve partire con un training a bassa intensità se si è stati fermi per qualche periodo e iniziare con delle corse non troppo impegnative. E’ sempre importante prima della corsa effettuare degli esercizi di riscaldamento e di stretching per non incorrere in piccoli infortuni. Anche dopo l’allenamento è opportuno fare qualche esercizio di defaticamento. È possibile inoltre implementare l’allenamento della corsa con esercizi volti a migliorare la forza fisica e la resistenza così da arrivare ben preparati all’attività.

Che dieta seguire per il Running

L’alimentazione e lo sport viaggiano paralleli. Per ottenere dei buoni risultati nello sport e nella forma fisica in generale è fondamentale che la dieta sia bilanciata e che il corpo abbia le calorie necessarie per affrontare lo sforzo richiesto dalla corsa. Chi corre la mattina potrebbe per esempio spezzare in due parti la colazione, mangiando un frutto e bevendo una spremuta prima di partire per la corsa e al rientro potrebbe far colazione con caffè, yogurt e pane integrale con la marmellata.

Se si corre invece durante la pausa pranzo è buona norma assumere delle calorie a metà mattina per esempio con caffè e banana. In questo modo la corsa della pausa pranzo sarà leggera e gestibile. Al rientro dall’attività poi è importante non rinunciare mai al pranzo, ma considerando sempre la moderazione. Si può gustare del riso con le verdure, del pollo o del pesce.

Se si intende andare a correre nel tardo pomeriggio dopo il lavoro, vale la stessa regola della pausa pranzo, ovvero è importante fare uno snack a metà pomeriggio con un frullato o una barretta di cereali per esempio. Per cena poi ci si può gustare qualcosa in più scegliendo tra carne, pesce cotto o crudo, verdure e un paio di volte la settimana con carboidrati ad alto indice glicemico.

La sera può essere una buona abitudine mangiare qualche pezzo di frutta secca come noci o mandorle, magari accompagnato da una tisana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *