L’Islanda, una avventura da vivere senza pensieri

Il viaggio è un’emozione che non si può spiegare a parole, ma solo vivendo questa avventura potete capire cosa si prova a fare la valigia e partire per una nuova avventura. Se anche tu fai parte di quelle persone che amano viaggiare e scoprire posti nuovi, non puoi assolutamente perderti una vacanza in Islanda, un’isola dalle mille sfaccettature.
Ma come fare per organizzare un viaggio in Islanda, senza rischi? Soprattutto cosa visitare e come farlo nel migliore dei modi? E se, per un caso fortuito, doveste essere vittima di un incidente o un infortunio? Come fare per organizzare un rimpatrio sanitario senza problemi?
Ecco tutto quello che c’è da sapere, prima di partire per l’Islanda, lo troverete in questa piccola guida.
Islanda, le cose assolutamente da visitare
L’Islanda è un’isola bellissima, ma relativamente piccola; tuttavia le cose da vedere sono tante e non sempre si riesce a visitare tutto. Cosa vi consiglio di non perdere?
Senza dubbio la sua capitale Reykjavik, che a differenza di quanto si pensa delle città del nord Europa, si tratta in realtà di una cittadina molto vivace e piena di vita. Ne vale la pena visitare la parte vecchia della città, la piazza pubblica Austurvollur e il lago di Tjornin che ha la caratteristica di ghiacciare in inverno.
Nella zona intorno all’aeroporto vi consiglio di visitare la penisola di Reykjanes dove si estendono caratteristici villaggi di pescatori; tutto intorno è un’area geotermale con più di 100 crateri e lave.
Se siete in Islanda non perdetevi una visita alla penisola di Snaefellsness, una piccola Islanda che racchiude in sé il meglio di questa nazione: fiordi, montagne, ghiacciai, vulcano e cascate, fra cui la più famosa Dynjandi.
Ma a cosa più bella di questa terra è l’insieme del paesaggio che si aprirà ai vostri occhi, praticamente incontaminato.
Cosa non dimenticare prima di partire?
Di certo i documenti di viaggio. Anche se l’Islanda non fa parte dell’Unione Europea, essa ha comunque aderito ad trattato di Schengen, per cui è possibile andare in questa splendida nazione, solo con la carta di identità valida per l’espatrio; ovviamente i minori di 15 anni dovranno avere il passaporto valido dove viene indicato il nome dei genitori.
Quando si parte per una vacanza non si pensa mai che qualcosa possa andare storto, magari un infortunio, un incidente, una malattia o comunque qualsiasi cosa che possa turbare la vostra avventura? Come fare in caso di bisogno di rimpatrio?
Esistono compagnie in grado di assicurarvi nell’immediato, il rimpatrio sanitario con il servizio aeroambulanza e mettendo a disposizione uno staff medico a bordo. Qualsiasi sia la vostra esigenza di trasferimento o di rientro in patria, con il volo sanitario sarà possibile organizzare il tutto, senza problemi e senza dovervi preoccupare di nulla, nemmeno della documentazione di viaggio.
A questo punto, siete pronti per partire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.